lorenzoJHWH is king Israel and Unius REI kingdom Universal brotherhood

lorenzoJHWH is King Israel, Universal Brotherhood Unius REI Governor on the world
Anzi in internet io non sono neanche una persona reale, infatti nella vita reale, io non vado dicendo queste cose.. io in INTERNET io sono un PERSONAGGIO, ecco perché sarebbe per tutti i miei nemici enormemente dannoso uccidermi.. non si può, infatti, uccidere un Personaggio!

Onestamente, io non credo che, Dio interverrà a salvarci da una tale devastante disastrosa guerra mondiale: di cui la Piramide massonica Spa, di poche persone proprietarie della Finanza Internazioanle, ha disperato bisogno, di ottenere questa guerra, in tempi brevi (perché, i popoli saranno schiacciati da un debito assurdo, che non è la conseguenza di errori politici, ma di logiche matematiche e finanziarie assolutamente criminali) COME DARE SOLIDITà AI DEPOSITI BANCARI CHE ESULANO DAL PRODOTTO INTERNO LORDO DEL PIANETA? QUINDI SE NON SI UCCIDONO I GRANDI TITOLI BANCARI, SI DEVONO NECESSARIAAMENTE UCCIDERE I POPOLI, per poter riaprire un nuovo ciclo monetario: SEMPRE parassitario, devitalizzante, che è usurocratico indebitante, e che necessita di non più di cicli di 60 anni di pace.


PERCHé DEI CRIMINALI FAVORITI da loro LEGGI massoniche CRIMINALI PERCEPISCONO PENSIONI E STIPENDI CHE SUPERANO I 10.000 EURO AL MESE?
BISOGNA DISINTEGARE I GRANDI CAPITALI CHE NON SONO DISPONIBILI ALLA PRODUZIONE O BISOGNA DISINTEGRARE I POPOLI!


Questo potrebbe sembrare un monogo delirante, ma, io merito di essere capito, perché, io ho un amore grande per ogni persona di questo pianeta e, inoltre, io sono l'osservatorio dei martiri cristiani da 25 anni ed è il dolore mi fa parlare in questo modo: infatti, la sofferenza dei martiri cristiani indica che la tragedia di una guerra mondiale nucleare è molto vicina, quanto attesa con entusiasmo da Erdogan per ricostituire il suo impero ottomano! Alcuni, infatti, ritengono la guerra mondiale una ottima oppurtunità!

USA e ONU hanno dato alla LEGA ARABA il diritto sharia nazista Ummah Califfato, senza reciprocità, senza diritti umani, di fare il genocidio dei popoli del mondo!

king shari'a, nazism Salman dell'Arabia Saudita ] [ DALIT DHIMMI GOYM SCHIAVI? se tu credi che Dio ha creato gli schiavi, come i salafiti e i farisei credono? tu hai profanato la santità di Dio, quindi finirai all'inferno insieme alla tua pervertita religione! infatti, per Unius REI, ogni uomo di "buona volontà" del pianeta è suo fratello o sua sorella. USA e ONU hanno dato alla LEGA ARABA il diritto sharia nazismo Ummah di fare il genocidio dei popoli del mondo!




my JHWH, tutti questi pezzi di merda per la troppa scienza, si perdono nella latrina della conoscenza.



Persecuted is Global Assault on Christians ] ecco perché, i Governi USA: Spa GMOS NWO AGENDA TALMUD: sono l'anticristo sul mondo, INFATTI, sono i cristiani il vero obiettivo da distruggere in tutto il mondo, per le Aminnistrazioni del Governo USA CIA NATO, sistema massonico BILDENBERG, SpA FMI FED BCE USUROCRAZIA MONDIALE, ecco perché Israele deve essere distrutto, infatti è la Bibbia che deve essere sconfitta, per il trionfo di: tutte le caterie GENDER (BLASFEMIA APOSTASIA IDOLATRIA) delle bestie di satana: il NAzismo! Quindi, è il sistema umanistico, sacralità e regalità dell'uomo che sono da distruggere, perché l'uomo: deve credere di essere stato trasformato in scimmia evoluta (EPOPEA DEL DIO MARDUK) quindi, deve lavore quale schiavo del SUO padrone fariseo: appunto, come il Talmud ha detto!




L'ISLAM NON PUò PIù ESSERE SALVATO ] [ LA MALVAGITà DELLA TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE (crimine ideologico di genocidio), E LA SUA applicazione politica NAZISTA, della sharia, indicano anche LA SUA ORIGINE DEMONICA... ISLAM E GENERE UMANO SONO DIVENTATI INCOMPATIBILI!

OGGI L'ISLAM è SOLTANTO UN UTILE KILLER dei Rothschild Farisei anglo-americani, un valido ESECUTORE MATERIALE, contro i cristiani, un assassino SERIALE autorizzato da ONU, proprio il nazista SOTTO EGIDA ONU! Ecco perché, tutti quelli che sono in qualche modo contro Israele, o contro la civiltà ebraico cristiana sono l'anticristo: i nemici dei popoli, i nemici dei principi democratici!



LA SOLUZIONE è RECUPERARE LA SOVRANITà MONETARIA E QUINDI DI CONSEGUENZA COSTRINGERE GLI EBREI A VENIRE IN PALESTINA ] [Inoltre, JHWH ha dato la Palestina in eterno al popolo ebraico, e questo è un problema che la Arabia Saudita soltanto può risolvere: ADESSO! INFATTI è LOGICO AFFERMARE, CHE TUTTA LA LEGA ARABA è SOTTO LA DIREZIONE SAUDITA!




Persecuted is Global Assault on Christians by NWO SpA Rothschild ] e perché i sacerdoti di satana Bush 322 Kerry, LaVey, 187 Albert Pike, Obama GENDER, il loro sistema massonico Bildenberg, ecc.. non hanno fatto il Corano di Satana, oppure, non hanno fatto i Veda di Satana, oppure il Talmud di Satana? Infatti, tutti questi testi sono già di Satana: in qualche modo! ] Questa è una constatazione politica logica, per me, che io sono l'osservatorio del martirio dei cristiani da più di 25 anni!



I maligni uccidono i pacifici cristiani rivelando, in questo modo, la loro intrinseca natura cattiva!
Grecia: 61,3% no al referendum, sì 38,7. Tsipras, ora accordo, trattare su debito ]] l'unica cosa che dovrebbe inizare a funzionare è il plotone di esecuzione! [ hanno stampato denaro per oltre 100 volte il prodotto interno lordo del pianeta, quindi, o distruggono i grandi capitali che pretendono un interesse (debito pubblico), o distruggono i popoli nella guerra mondiale! [ la colpa non è della GRECIA, perché, il denaro dei Rothschild SpA costa il 270% del suo valore (fonte scienziato Giacinto Auriti) ] e questa è la verità: hanno fatto un pianeta di Stati tutti indebitati, di poveri sempre più poveri e di ricchi sempre più ricchi (quindi è venuto meno il principio: 1. della integrità territoriale, 2. della sovranità monetaria e, 3. della uguaglianza di tutti i cittidani di fronte alla legge), [ in conlusione: questo è alto tradimento massonico Bildenberg ] l'unica cosa che dovrebbe inizare a funzionare è il plotone di esecuzione!




4 luglio, Obama: la liberta' non viene senza prezzo, 'Ma pagata da tutti le donne e gli uomini militari' ] Obama è un assassino, uno spudorato satanista, un traditore, un attore di Hollywood, perché senza sovranità monetaria non può mai esistere nessuna sovranità politica! ] [ il suo epilogo sarà la tragedia di una ormai inevitabile guerra mondiale nucleare, con almeno 5 miliadi di morti, proprio per colpa del suo sistema massonico usurocratico mondiale SpA truffa monetaria Banca Mondiale!




"Srebrenica fu sacrificata alla Realpolitik" ] non esiste una Realpolitik al di fuori della geopolitica congiunta tra: 1. satanisti massoni USA BILDENBERG NATO, e, 2. i nuovi diritti ONU sharia nazisti della LEGA ARABA: "allah akbar morte a tutti gli infedeli!" Genocidio della TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE [ Infatti, non sa nessuno che dopo la guerra del Cosovo, su copertura, silenzio, occultamento della NATO CIA network Satellite TV, e dei loro internazionale islamica, galassia jihadista, hanno fatto il genocidio di tutti i serbi nel Cosovo, infatti, hanno distrutto 3000 tra, Chiese, Monasteri e Cimiteri.. furono trucidati soldati della NATO, civili serbi, tutto dopo la guerra, ma, questa è la verità: "NESSUNO NE SA NIENTE!" I tribunali internazionali sono una truffa ideologica, soltanto uno strumento repressivo a servizio degli USA e dei loro interessi geopolitici




Benjamin Netanyahu ] è finta la democrazia tra gli ebrei, Rothschild ucciderà Israele ancora una volta [ è il denaro il vero valore di un Ebreo, quindi, Spa Rothschild hanno il controllo della comunità ebraica mondiale! ] in questo modo, lui preparò Hitler, allo stesso modo ha preparato la LEGA ARABA.. il responsabile di ogni Shoah è sempre rothschild 666 Baal Peor talmud, e se gli ebrei non verranno da me: Israele andrà perduto, ancora una volta! E poi, come al solito la colpa è sempre dei cristiani europei e del Vaticano, quando noi sappiamo che è l'anticristo, SPA Banche Centrali monopolio universale NWO della Massoneria a governare il mondo! Loro gli Illuminati Padroni del mondo, hanno sempre reso impossibile, la espansione territoriale di Israele, pur avendone il diritto con le guerre che ha vinto, poteva prendersi mezzo Medio Oriente! Ad Israele sono stato fatte combattere delle guerre in cui ha rischiato la estinzione, in cambio di niente! è CHIARO: "PER I FARISEI ANGLO-AMERICANI ISRAELE è UN GIOCATTOLO CHE QUANDO NON SERVE PIù DEVE ESSERE DISTRUTTO.



Caro Signor Scarola, comprendo e condivido il Suo anelo per salvare il mondo, ma non invierò la Sua email ai miei contatti. Nel giorno del giudizio avrò l'assoluzione per insufficienza di prove a mio carico (si sta illudendo!) e siccome discendo da una famiglia di banchieri ebrei, profitto personalmente del sistema del signoraggio. Che Allah la protegga! BC http://www.forum-mirabella.com/ ----- Messaggio originale -----Da: lorenzo scarola jhwhinri@gmail.com A: info@forum-mirabella.com;



==================

contro i nostri politici corrotti traditori ed assassini! ] è IL SISTEMA MONETARIO CHE HA BISOGNO TECNICAMENTE DELLA GUERRA MONDIALE. [ 10 ott 2014 Oggi ricorre la data di nascita del Prof. Giacinto Auriti nacque il 10 ottobre del 1923 a Guardiagrelein provincia di Chieti. Grande maestro di vita ci ha insegnato la verità sulla moneta. In occasione del 91° anno dalla sua nascita vi riproponiamo un'articolo dell'avv. A.Pimpini. CHI ERA GIACINTO AURITI. Tratto da http://www.simec.org/sim/giacinto-auriti.html


P.S.- PER CONDIVIDERE FARE COPIA E INCOLLA A TUTTO IL TESTO DI QUESTO POST
Altre info su www.simec.org www.giacintoauriti.eu

http://www.youtube.com/user/ScuolaAuritianaSimec



io sono progetto politico Regno Israele, vs sistemica guerra mondiale del regime massonico usucratico, Erdogan sharia nazismo ONU OIC, compra milione di dollari di petrolio al giorno, dal califfato ISIS, fa passare i terroristi, ma impedisce a cristiani di mettere in salvo la loro vita, perché Obama è la bestia di satana! anticristo Rothschild che aspira legalmente al trono di Gerusalemme? lui si deve confrontare con me!


============================== non possiamo negare che è con metodi brutali, che la LEGA ARABA shariah ha fatto il genocidio dei popoli precedenti! .. e i suoi complici: ONU SPA FMI BCE FED, NATO, UE, USA, Bildenberg, Banca Mondiale, Talmud, OCI e tutti i suoi componenti, stanno per pagare i loro crimini certamente!
LA SHARIA SE LI MANGIA, MATTATOIO PER CANNIBALI ISLAMICI [ VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI, scene destabilizzanti, lo spettatore si assume ogni responsabilità per questa visione, si! ci sono cadaveri che divengono, in una macelleria organizzata, il cibo il nutrimento dello ISIS shariah ] http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/scoperti-veri-mattatoi-islamici-per.html

fratellanza universale insieme alle 12 tribù di Israele, amore giustizia verità, uguali diritti ed uguali doveri per tutti ] OVVIAMENTE io credo nel multiculturalismo e nella integrazione, ma, è la LEGA ARABA shariah, SENZA RECIPROCITà, che non ci crede, che ci trascinerà nella guerra mondiale, e che ci ucciderà TUTTI, perché, ONU ha tradito tutti i suoi diritti umani universali
========================
circa il DONBASS, NON HA PIù NESSUN SIGNIFICATO PER STATO DI POLIZIA: NATO CIA BILDENBERG REGIME MASSONICO, CHE IL POPOLO SI SIA ESPRESSO IN MODO COSTITUZIONALE E PLEBISCITARIO! ... VANNO CAPITI: SENZA GUERRA? POI, ADDIO SOLDI FINANZIAMENTI USA UE!


sono progetto politico virtuale delle 12 Tribù di Israele, l'unica alternativa possibile alla sistemica guerra mondiale del regime massonico usucratico Spa Fmi NWO Bildenberg, Erdogan califfato sauditi sharia il nazismo ONU OIC, che compra 1 milione di dollari di petrolio al giorno, dal califfato ISIS, e fa passare tutti i terroristi che vogliono passare, ma che impedisce ai cristiani di mettere in salvo la loro vita, perché Obama è la bestia di satana

gender #pedofilia #poligamia #shariah, #bestialismo #Bush 322 #Angela Dorothea Kasner Merkel, #Bildenberg: "voi in quale bidone di acido solforico, voi avete sciolto la mia amica tedesca MarlaMarlen?"













Observatory on religious freedom in Rome against fundamentalism and relativism

» 03/30/2012 17:44
ITALY - ASIA
Observatory on religious freedom in Rome against fundamentalism and relativism
by Bernardo Cervellera
The new institution is expected to collect, check and release information on violations of religious freedom in the world. It will be helped in its task by Italian and Vatican diplomats. Dangers to religious freedom are not only found in countries like Nigeria or Pakistan but also in Western nations where a dominant laicism has expelled God from society.


Rome (AsiaNews) - In a world of violent fundamentalisms and intolerant relativism, where atheistic and ultra-religious states marginalise and persecute minorities, it is important to have an institution that can assess religious freedom around the world. For this purpose, Italy and the Vatican have jointly set up an Observatory on Religious Freedom based in Rome.
The proposal was made public at a meeting held at the Italian Embassy to the Holy See in a room of the beautiful Borromeo Palace. Aid to the Church in Need Foundation President Card Mauro Piacenza, Secretary for Relations with States Mgr Dominique Mamberti, Italian Foreign Minister Giulio Terzi di Sant'Agata and Rome Mayor Gianni Alemanno spoke at the event. Italy's Ambassador to the Holy See Francesco Maria Greco acted as moderator.
Mayor Alemanno said that the idea of an observatory was first thought as an "ideal gift" to Benedict XVI back in 2009. For the mayor, Rome, in terms of religious freedom, is most qualified place because it is the "headquarter" of one the largest religious communities in the world, the Catholic Church. It is also one of the freest cities in the world, with Europe's largest mosque and the world's oldest diasporic Jewish community.
In his address, Foreign Minister Terzi spoke about what Italy's diplomatic efforts on behalf of religious freedom in a number of countries, together with the European Union and in cooperation with the Vatican.
Card Piacenza explained the notion of religious freedom, indicating what risk factors may jeopardise it. Citing John Paul II and Benedict XVI, he described religious freedom as the "mother" of all freedoms, the litmus test to measure the state of human rights in a country.
To respect religious freedom, we need "reason and truth," the cardinal noted. Without them, arbitrariness, which rules religious fundamentalisms, prevails as so does relativism, which leads us towards nothingness, with the danger of destroying the bases of democracy. "The prevailing relativism is the least favourable ground for religious freedom," he said.
What concerns the prelate is the dominant culture of the West, which "has expelled God", and tries to undermine further its social importance.
"Rediscovering the 'public role of God', i.e. the presence and role of God in history and society, is consequently the essential premise to exercise religious freedom. Society will more fully guarantee the religious freedom of its citizens when it will stop excluding God from the public sphere."
Mgr Mamberti, who is just back from the papal trip to Mexico and Cuba, cited Benedict XVI, who emphasised to Cubans (and the government of Raul Castro) the importance of religious freedom as a source of creativity and social harmony.
The secretary for Relations with States expressed his concern not only for what is happening in countries like Nigeria and Pakistan, but also in the West.
In his view, intolerance can be seen at three levels, namely that of cultural hostility, legal discrimination (for instance, the presence of crucifixes in Italy) and violent crimes of persecution.
These levels stand on a slippery slope and people can easily go from one to the other.
For the full text (in Italian) of Card Mauro Piacenza's presentation, click here.



» 30/03/2012 13:15
ITALIA - ASIA
Un Osservatorio sulla libertà religiosa a Roma, contro il fondamentalismo e il relativismo
di Bernardo Cervellera
Dovrebbe raccogliere, verificare e pubblicare notizie sulle violazioni alla libertà religiosa nel mondo. La collaborazione fra la diplomazia italiana e quella vaticana. I rischi provengono non solo da Paesi come Nigeria e Pakistan, ma anche dai Paesi occidentali, dove domina il laicismo che "espelle Dio" dalla società. L'intervento completo del card. Piacenza. 


Roma (AsiaNews) - In un mondo segnato da fondamentalismi violenti e relativismo intollerante; con Stati atei o ultra-religiosi che emarginano e perseguitano le minoranze, è importante un luogo che registri il polso della libertà religiosa in tutti i Paesi. Da qui l'idea di un Osservatorio sulla libertà religiosa con base a Roma, in collaborazione con la diplomazia italiana e vaticana.
L'idea è stata comunicata ieri in un incontro tenutosi all'ambasciata italiana presso la Santa Sede, in una sala dello splendente Palazzo Borromeo. Al raduno hanno preso la parola il card. Mauro Piacenza, in qualità di presidente della Fondazione "Aiuto alla Chiesa che Soffre"; mons. Dominique Mamberti, Segretario vaticano per i Rapporti con gli Stati; il Ministro italiano degli esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata; il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Il moderatore dell'incontro - dal titolo "La libertà religiosa: un obiettivo e un impegno comune" -  era lo stesso ambasciatore presso la Santa Sede, Francesco Maria Greco.
Alemanno ha spiegato la genesi dell'idea dell'Osservatorio, pensato come un "ideale regalo" a Benedetto XVI già nel 2009. Per Alemanno, Roma è il luogo più qualificato per la libertà religiosa perché pur essendo "quartier generale" di una delle comunità religiosi più grandi al mondo (la cattolica), è riconosciuta come una delle città più libere, dove si trova la moschea più grande d'Europa e dove vive la più antica comunità ebraica della diaspora.
Il ministro Terzi ha elencato gli impegni che la diplomazia italiana ha preso da tempo per sostenere la libertà religiosa nei vari Paesi, in collaborazione con la diplomazia vaticana e in relazione con l'Unione europea.
È toccato al card. Piacenza spiegare cos'è la libertà religiosa e mostrare i rischi che essa corre nella situazione contemporanea. Richiamando l'insegnamento di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, egli ha definito la libertà religiosa come "la Madre" di tutte le libertà, o la cartina di tornasole per misurare lo stato dei diritti umani in un Paese.
Il card. Piacenza ha sottolineato che per rispettare la libertà religiosa, occorre "ragione e verità". Senza queste due piste, si dà spazio all'arbitrio, tipico dei fondamentalismi religiosi, ma anche un relativismo che fa scivolare verso il nulla e che rischia di distruggere i presupposti delle democrazie. "Il relativismo dominante - ha detto - è l'ambiente meno favorevole alla libertà religiosa".
La preoccupazione del porporato sembra essere soprattutto rivolta verso la cultura dominante in occidente, "che espelle Dio", e che cerca di emarginare la sua incidenza sociale. E ancora: "La riscoperta del 'ruolo pubblico di Dio', cioè della presenza e del ruolo di Dio nella storia e nella società, è conseguentemente il presupposto indispensabile all'esercizio della libertà religiosa. La società garantirà sempre più compiutamente la libertà religiosa dei propri cittadini, quanto più rinuncerà ad escludere Dio dalla scena pubblica".
Da parte sua, mons. Mamberti, appena tornato dal viaggio in Messico e Cuba al seguito di Benedetto XVI, ha citato proprio il pontefice, che ha additato ai cubani (e al governo di Raul Castro) l'importanza della libertà religiosa come fonte di creatività e di armonia sociale. Anche il Segretario per i Rapporti con gli Stati è preoccupato di quanto succede non solo in Paesi come la Nigeria o il Pakistan, ma qui in occidente.  L'intolleranza, ha detto, si manifesta a tre livelli: l'ostilità di tipo culturale; la discriminazione attraverso armi giuridiche (e ha ricordato la polemica dell'esposizione dei crocifissi in Italia); i crimini violenti di persecuzione. E ha aggiunto che questi tre livelli sono su "un piano inclinato" e con molta facilità si scivola da uno all'altro.



Comisión Santa Sede Gran Rabinato

 come benedire le vostre vite [ Saudi King & Benjamin Netanyahu] se avete deciso di non dover morire in questa imminente terza guerra mondiale nucleare, questa è la mia decisione [ io Unius REI, io applico la legge marziale, e condanno a morte, tutti i farisei Illuminati, Fmi, SpA Rothschild e tutti i loro complici: nel sistema massonico, nel sistema politico, nel sistema amministrativo, nel sistema istituzionale, e nel sistema bancario, tutti condannati a morte per alto tradimento! Poiché lo scienziato Giacinto Auriti ha dimostrato che il costo del nostro denaro è pari a più del 200% del suo valore, quindi, questo significa che, tutta la contabilità delle Banche Centrali è una truffa assassina, un falso in bilancio, manipolabili sono le borse, i bilanci degli Stati, la economia, l’accaparramento di ogni monopolio, e tutte le funzioni strategiche per la sopravvivenza dei popoli! Quindi Farisei Illuminati, SpA Banca Mondiale, loro possono far sempre trovare debitrice una nazione ed imporgli rinunce democratiche, e costituzionali fondamentali fino a spingere i popoli al suicidio, alla disperazione ed alla guerra mondiale con il loro sistema massonico internazionale Bildenberg, ecc.. che, il giuramento nella massoneria annulla di fatto il giuramento dovuto alla costituzione e la fedeltà dovuta ai propri popoli!
=========
come benedire le vostre vite [ Saudi King & Benjamin Netanyahu] tutto quello che io ho scritto in questi lunghi anni è legge per il REGNO di DIO vivente di Israele! INFATTI, io sono UNIUS REI, e i miei ministri angeli ( l'esercito del Signore ) daranno attuazione a tutte le mie parole, perché tutto quello che io scrivo, pronuncio o penso? è legge per loro, dato che Dio comunica a loro i miei pensieri e le mie intenzioni! Ecco perché, io ho scritto centinaia di articoli, anche ogni giorno, sempre strutturati, sia in benedizioni, che in maledizioni.. Pertanto, i miei sudditi, si sottometteranno alla mia legge, e crederanno nelle mie benedizioni per la loro sopravvivenza, mentre i miei nemici andranno incontro ad una rovina senza speranza! il Signore Dio Onnipotente è il mio testimone, lui sa, che io ho fatto tutto quello che era in mio potere per benedire le vostre vite! E PER BENEDIRE LA VITA DI OGNI PECCATORE IN QUESTO MONDO DI IDOLATRIA, IPOCRISIA, FALSITà, INGIUSTIZIE, DEMONI DI PREDOMINIO, POTERE E RELIGIONE, E DEMONI di SIGNORAGGIO BANCARIO!
============
molti uomini della religione sono maledetti, IPOCRITI, TOTALMENTE FALSI CIRCA LA GIUSTIZIA CHE è IN DIO! loro insegnano che, è sufficiente fare una elemosina, un sacrificio, un rito religioso di espiazione, oppure, che bisogna essere pentiti, del male che si è fatto OPPURE DI ESSERE PENTITI PER AVERE FATTO PARTE DI UN SISTEMA CULTURALE, IDEOLOGICO POLITICO O RELIGIOSO CHE HA FATTO DEL MALE A PERSONE INNOCENTI, per essere perdonati da Dio! NIENTE DI Più FALSO! Tu con LA SEMPLICE Complicità, Omertà, nel tuo sistema massonico, islamico, comunista, relativista, omosessuale, perversioni sessuali che ti ha dato dei redditi dei benefici sociali, potere successo, vantaggi, tu hai soffocato la verità, e tu hai soffocato la vita di tante persone innocenti, Perché TU SEI STATO UN COMPLICE IN TUTTO QUESTO! quindi soltanto il tuo martirio potrebbe salvare la tua vita dall'inferno! VITA PER VITA! MORTE PER MORTE!
============
Benjamin Netanyahu] this is no funny [ per essere moderni, alla moda, progressisti, ed evoluti animali Darwin di successo, molti sono invitati da Obama, a vivere senza colpe il loro "libertinaggio sessuale" e da Zapatero a fare sesso con gli animali. MA COME FA QUALCUNO A SAPERE QUALE è il suo animale giusto, oppure, quale potrebbe essere LA sua PERVERSIONE SESSUALE, CHE è PIù ADATTA PER LUI? e se, si gode di più a farsi succhiare il sangue da una vampira? forse da più emozione succhiare le mutande sporche di merda, ecc.., dico io, come si fa a conoscere la migliore perversione, se, prima una povera ragazza ed un povero ragazzo infelice, lui non le prova tutte le centinaia di perversioni? poi, stanno male, vogliono morire, cadono in depressione, sdoppiamento di personalità, si riempiono di demoni, ecc.. e poi, danno la colpa alle mie maledizioni, ed invece le mie maledizioni non sono colpevoli: di nulla! sono loro gli stupidi che cadono in depressione e in crisi di identità: perché Obama ha studiato psicologia sull'altare di satana! ed è in questo modo, che i satanisti massoni Bildenberg, stanno preparando la invasione islamica della nostra società occidentale!?

Benjamin Netanyahu] funny [ quando morirà quella bestia di demonio massone di Bush 322 senior: il prete si sbaglierà sull'altare di satana al suo funerale, ed invece di dire: "gli Angeli Santi ti portino in cielo" lui dirà: "gli alieni ti portino all'inferno nei loro dischi volanti!"?

speriamo che, anche questa volta, l'assassino non sia un islamico sharia nazista LEGA ARABA, ancora una volta ] HELSINKI, 10 AGO - Due persone (un uomo e una donna) sono morte e una è rimasta ferita durante un'aggressione a colpi di coltello in un negozio Ikea a Vasteras, nel centro della Svezia. Lo riferisce la polizia su twitter.
  L'intervento delle forze dell'ordine è stato chiesto nel primo pomeriggio. Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato un morto e due feriti, uno dei quali è poi deceduto più tardi. Un uomo sospettato di essere l'autore dell'aggressione è stato arrestato?

questa India goffa, grottesca e criminale, bulla ed abusiva.. di una vicenda oscura e criminale, sottratta rapita in acque internazionali ] di una balistica che non appartiene ai fucilieri italiani, e che lascia intravedere, omicidi di pescatori cattolici innocenti uccisi a sange freddo, una azione azione di pirateri dell'India contro la Italia! [ l'India deve rispondere di molti delitti, ad iniziare dal delitto contro la comunità internazionale.
IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
2 secondi fa
[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl]La Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars. 30.03.2012 Life of the Church. - Ecumenism . Cité du Vatican, 30 mars 2012 (VIS). La XI réunion de la Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars, sous la présidence du Rabbin Shear Yashuv Cohen et du Cardinal Peter Turkson. Thème traité : « Les perspectives religieuses face à la crise financière, une approche pour un ordre économique juste ».
Miniatura

IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
10 secondi fa
[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl]Dans leur déclaration conjointe, les délégations affirment que, malgré la multiplicité des facteurs de cette crise, « ses racines plongent dans une crise des valeurs morales. Une culture de la cupidité éclipse vérité, honnêteté et transparence de la vie économique. Au centre de la conception juive et chrétienne de l'économie juste il y a la toute puissance du Créateur, source et dispensateur de toute richesse aux hommes pour le bien commun ». L'objectif de l'économie est un bénéfice fait à une société reconnaissant la dignité de chaque homme, créé à l'image de Dieu.
Miniatura

IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
17 secondi fa
[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl] Ce concept est à l'opposé « de l'égocentrisme car il porte au bien de la personne dans le cadre de la communauté et de la société...et défend les principes de solidarité et de fraternité », mais aussi « souligne l'obligation de garantir les besoins base que sont la protection de la vie, l'alimentation, la santé, l'éducation et le travail ». La commission a également porté son attention aux émigrés et aux travailleurs étrangers, dont le traitement mesure la santé morale d'une société. Son communiqué rappelle le devoir des pays riches d'assumer leurs responsabilités envers les sociétés en voie de développement, « plus encore à l'ère de la globalisation ».
Miniatura

IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
22 secondi fa
[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl]Il cite encore « la destination des biens de la planète » et la « culture du nécessaire qui implique un auto-contrôle et une redistribution selon des principes éthiques ». La question de l'annulation de la dette est de même indiquée, tant au plan international que personnel. Les membres de la commission bilatérale ont souligné enfin la nécessité que leurs communautés s'engagent à développer un ordre économique responsable, via une collaboration entre états, institutions éducatives et media. Cette « crise a montré le profond échec de la morale dans l'économie... Il est donc impératif que les structures économiques et politiques incluent la formation éthique à leurs programmes, comme cela a été fait ces dernières années en matière médicale ».

Miniatura

IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
10 minuti fa
[A Christian martyr every five minutes]07.06.2011 News - World news. At the Conference on Christian-Jewish-Muslim Interfaith Dialogue in Budapest, Hungary on June 2-3, 2011, Italian sociologist Massimo Introvigne reported that "every five minutes in the World, a Christian is killed because of his faith." This conference was organized by the Ministry of Public Administration and Justice of Hungary and the Council of the European Union. The meeting was attended by civil and church leaders: Cardinal Peter Erdo, President of the Bishops of Europe; the Custos of the Holy Land, Father Pierbattista Pizzaballa; Archbishop Antonio Maria Veglio, President of the Pontifical Council for Pastoral Care of Migrants and Itinerants; Maronite Archbishop of Beirut Paul Matar;
Miniatura

IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
10 minuti fa
[A Christian martyr every five minutes] Metropolitan Hilarion Alfeyev, chairman for the Russian Orthodox patriarchate's Department of External Church Relations; the representative of the European Jewish Congress, Zoltai Gusztáv; Orhunn Omur of the Organization of the Islamic Conference; and the Secretary General of the Committee for Islamic-Christian dialogue in Lebanon, Chakib Hares Chehab. Mr. Introvigne is the founder of the Center for the Study of New Religions, and a representative of the Organization for Security and Cooperation in Europe (OSCE).
Miniatura

IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento
10 minuti fa
[A Christian martyr every five minutes]During the symposium, the sociologist stated that Christians killed every year for their faith number 105,000, and that includes only those put to death simply because they are Christians. It does not count the victims of civil or international wars. In short, a Christian is martyred every five minutes. "If these numbers are not cried out to the world, if this slaughter is not stopped, if it is not acknowledged that the persecution of Christians is the first worldwide emergency in the matter of violence and religious discrimination, the dialogue between religions will only produce beautiful conferences but no concrete results," he stated.





[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl]La Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars. 30.03.2012  Life of the Church. - Ecumenism . Cité du Vatican, 30 mars 2012 (VIS). La XI réunion de la Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars, sous la présidence du Rabbin Shear Yashuv Cohen et du Cardinal Peter Turkson. Thème traité : « Les perspectives religieuses face à la crise financière, une approche pour un ordre économique juste ».

[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl]Dans leur déclaration conjointe, les délégations affirment que, malgré la multiplicité des facteurs de cette crise, « ses racines plongent dans une crise des valeurs morales. Une culture de la cupidité éclipse vérité, honnêteté et transparence de la vie économique. Au centre de la conception juive et chrétienne de l'économie juste il y a la toute puissance du Créateur, source et dispensateur de toute richesse aux hommes pour le bien commun ». L'objectif de l'économie est un bénéfice fait à une société reconnaissant la dignité de chaque homme, créé à l'image de Dieu.

[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl] Ce concept est à l'opposé « de l'égocentrisme car il porte au bien de la personne dans le cadre de la communauté et de la société...et défend les principes de solidarité et de fraternité », mais aussi « souligne l'obligation de garantir les besoins base que sont la protection de la vie, l'alimentation, la santé, l'éducation et le travail ». La commission a également porté son attention aux émigrés et aux travailleurs étrangers, dont le traitement mesure la santé morale d'une société. Son communiqué rappelle le devoir des pays riches d'assumer leurs responsabilités envers les sociétés en voie de développement, « plus encore à l'ère de la globalisation ».

[lol. illuminati IMF rabbis NWO 666 322: god owl]Il cite encore « la destination des biens de la planète » et la « culture du nécessaire qui implique un auto-contrôle et une redistribution selon des principes éthiques ». La question de l'annulation de la dette est de même indiquée, tant au plan international que personnel. Les membres de la commission bilatérale ont souligné enfin la nécessité que leurs communautés s'engagent à développer un ordre économique responsable, via une collaboration entre états, institutions éducatives et media. Cette « crise a montré le profond échec de la morale dans l'économie... Il est donc impératif que les structures économiques et politiques incluent la formation éthique à leurs programmes, comme cela a été fait ces dernières années en matière médicale ».



La Comisión Santa Sede-Gran Rabinato de Israel se ha celebrado en Roma del 27 al 29 de marzo
30.03.2012 Vida de la Iglesia - Ecumenismo
Correo electrónicoImprimirPDF
Gd_Rabbinat-_St_Sige
Ciudad del Vaticano, 30 de marzo de 2012 (VIS).- “Perspectivas religiosas sobre la actual crisis financiera: enfoque para un orden económico justo”, ha sido el tema de la XI reunión de la Comisión bilateral del Gran Rabinato de Israel y la Comisión de la Santa Sede para las Relaciones Religiosas con el Hebraismo. El encuentro ha tenido lugar en Roma, del 27 al 29 de marzo; y ha estado presidido por el rabino Shear Yashuv Cohen y por el cardenal Peter Turkson, presidente del Pontificio Consejo Justicia y Paz.
En la declaración conjunta emitida al final de la reunión, ambas delegaciones subrayan que, no obstante varios factores hayan contribuido a la crisis financiera, “en sus raíces hay una crisis de valores morales. La importancia del tener, que crea una cultura de la codicia, eclipsa la importancia del ser; y el valor de la verdad, que conlleva la honradez y la transparencia, está ausente en la actividad económica”.

“En el centro de la concepción de cristianos y judíos sobre un orden económico justo, se encuentra la afirmación de la soberanía y la providencia del Creador del mundo, de la que emana cualquier riqueza, entregada a la humanidad para el bien común”, prosigue el texto. De ahí que el objetivo del orden económico sea un bienestar de la sociedad que reafirme la dignidad de todos los seres humanos, creados a imagen y semejanza divina. Este concepto “es la antítesis del egocentrismo, porque lleva aparejado la promoción del bien del individuo en relación con la comunidad y la sociedad, (…) y subraya la necesidad de solidaridad y fraternidad”. Presupone, además, “la obligación de garantizar las necesidades básicas, como la protección de la vida, el sustento, la vivienda, la salud, la educación y el empleo”. Entre las personas más vulnerables que merecen una atención especial, la Comisión menciona entre otros a los emigrantes y trabajadores extranjeros, cuya condición “da la medida de la salud moral de la sociedad”.

El comunicado recuerda también el deber, por parte de los países con economías mas desarrolladas, de “reconocer sus responsabilidades y obligaciones para con las naciones y las sociedades más necesitadas, sobre todo en la era de la globalización”. En este contexto, se citan “el destino universal de los bienes de la tierra; la cultura de 'suficiencia', que implica la auto-limitación; y un sistema ético de asignación de recursos y prioridades”. También se habla de la necesidad de extender la remisión parcial de las deudas -que ha tenido lugar a nivel nacional e internacional- a las familias e individuos.

Los miembros de la comisión bilateral ponen de relieve el papel que las comunidades de fe deben desempeñar para contribuir a un orden económico responsable y la importancia de su compromiso para este fin con los gobiernos, instituciones educativas y medios de comunicación. Por último, observan que “la crisis ha puesto de manifiesto la profunda falta del componente ético en el pensamiento económico”. Por lo tanto, “es imperativo que los institutos y academias de estudios económicos y políticos incluyan la formación ética en sus planes de estudio, como ha sucedido en los últimos años en el ámbito médico”.





La Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars
Vendredi, 30 Mars 2012 14:29 Vie de l'Église - Oecuménisme
EnvoyerImprimerPDF
Gd_Rabbinat-_St_Sige
Cité du Vatican, 30 mars 2012 (VIS). La XI réunion de la Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars, sous la présidence du Rabbin Shear Yashuv Cohen et du Cardinal Peter Turkson. Thème traité : « Les perspectives religieuses face à la crise financière, une approche pour un ordre économique juste ».
Dans leur déclaration conjointe, les délégations affirment que, malgré la multiplicité des facteurs de cette crise, « ses racines plongent dans une crise des valeurs morales. Une culture de la cupidité éclipse vérité, honnêteté et transparence de la vie économique. Au centre de la conception juive et chrétienne de l'économie juste il y a la toute puissance du Créateur, source et dispensateur de toute richesse aux hommes pour le bien commun ». L'objectif de l'économie est un bénéfice fait à une société reconnaissant la dignité de chaque homme, créé à l'image de Dieu. Ce concept est à l'opposé « de l'égocentrisme car il porte au bien de la personne dans le cadre de la communauté et de la société...et défend les principes de solidarité et de fraternité », mais aussi « souligne l'obligation de garantir les besoins base que sont la protection de la vie, l'alimentation, la santé, l'éducation et le travail ». La commission a également porté son attention aux émigrés et aux travailleurs étrangers, dont le traitement mesure la santé morale d'une société. Son communiqué rappelle le devoir des pays riches d'assumer leurs responsabilités envers les sociétés en voie de développement, « plus encore à l'ère de la globalisation ». Il cite encore « la destination des biens de la planète » et la « culture du nécessaire qui implique un auto-contrôle et une redistribution selon des principes éthiques ». La question de l'annulation de la dette est de même indiquée, tant au plan international que personnel. Les membres de la commission bilatérale ont souligné enfin la nécessité que leurs communautés s'engagent à développer un ordre économique responsable, via une collaboration entre états, institutions éducatives et media. Cette « crise a montré le profond échec de la morale dans l'économie... Il est donc impératif que les structures économiques et politiques incluent la formation éthique à leurs programmes, comme cela a été fait ces dernières années en matière médicale ».
VIS



La Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars
30.03.2012 Life of the Church - Ecumenism
E-mailPrintPDF
Gd_Rabbinat-_St_Sige
Cité du Vatican, 30 mars 2012 (VIS). La XI réunion de la Commission Grand Rabbinat d'Israël Saint-Siège s'est tenue à Rome du 27 au 29 mars, sous la présidence du Rabbin Shear Yashuv Cohen et du Cardinal Peter Turkson. Thème traité : « Les perspectives religieuses face à la crise financière, une approche pour un ordre économique juste ».
Dans leur déclaration conjointe, les délégations affirment que, malgré la multiplicité des facteurs de cette crise, « ses racines plongent dans une crise des valeurs morales. Une culture de la cupidité éclipse vérité, honnêteté et transparence de la vie économique. Au centre de la conception juive et chrétienne de l'économie juste il y a la toute puissance du Créateur, source et dispensateur de toute richesse aux hommes pour le bien commun ». L'objectif de l'économie est un bénéfice fait à une société reconnaissant la dignité de chaque homme, créé à l'image de Dieu. Ce concept est à l'opposé « de l'égocentrisme car il porte au bien de la personne dans le cadre de la communauté et de la société...et défend les principes de solidarité et de fraternité », mais aussi « souligne l'obligation de garantir les besoins base que sont la protection de la vie, l'alimentation, la santé, l'éducation et le travail ». La commission a également porté son attention aux émigrés et aux travailleurs étrangers, dont le traitement mesure la santé morale d'une société. Son communiqué rappelle le devoir des pays riches d'assumer leurs responsabilités envers les sociétés en voie de développement, « plus encore à l'ère de la globalisation ». Il cite encore « la destination des biens de la planète » et la « culture du nécessaire qui implique un auto-contrôle et une redistribution selon des principes éthiques ». La question de l'annulation de la dette est de même indiquée, tant au plan international que personnel. Les membres de la commission bilatérale ont souligné enfin la nécessité que leurs communautés s'engagent à développer un ordre économique responsable, via une collaboration entre états, institutions éducatives et media. Cette « crise a montré le profond échec de la morale dans l'économie... Il est donc impératif que les structures économiques et politiques incluent la formation éthique à leurs programmes, comme cela a été fait ces dernières années en matière médicale ».


La Commissione bilaterale Gran Rabbinato d'Israele - Santa Sede a Roma dal 27 al 29 marzo
30.03.2012 Vita della Chiesa - Ecumenismo
E-mailStampaPDF
Gd_Rabbinat-_St_SigeCittà del Vaticano, 30 marzo 2112 (VIS). La IX riunione della Commissione bilaterale del Gran Rabbinato e della Santa Sede si è tenuta a Roma dal 27 al 29 marzo, sotto la presidenza del Rabbino Shear Yashuv Cohen e del Cardinale Peter Turkson. Tema trattato: “Prospettive religiose a proposito dell’attuale crisi finanziaria: considerazioni per un giusto ordine economico”.
Nella loro dichiarazione congiunta, le delegazioni affermano che, malgrado la molteplicità dei fattori di tale crisi, “le sue radici affondano in una crisi di valori morali. Una cultura della cupidigia eclissa la verità, l’onestà e la trasparenza della vita economica. Al cuore delle visioni ebraica e cattolica per un giusto ordine economico, sta l’affermazione della sovrana provvidenza del Creatore del mondo, dal quale ha origine ogni ricchezza, donata all’umanità per il bene comune».
L’obiettivo dell’economia è un beneficio fatto a una società che riconosce la dignità di ogni uomo, creato a immagine di Dio. Questo concetto è all’opposto “dell’egocentrismo perché conduce al bene della persona nel quadro della comunità e della società … e difende i principi di solidarietà e di fraternità”, ma anche “sottolinea l’obbligo di garantire la soddisfazione di bisogni umani fondamentali, quali la protezione della vita, il sostentamento, il vestito, la casa, la salute, l’educazione e il lavoro”.
La Commissione ha pure rivolto la sua attenzione agli immigrati e ai lavoratori stranieri, il cui trattamento rivela l’indice della sanità morale di una società. Il comunicato ricorda il dovere dei paesi ricchi di assumere le loro responsabilità nei confronti delle società in via di sviluppo, “e maggiormente nell’era della globalizzazione”. Cita poi “la destinazione universale dei beni del pianeta” e la “cultura del necessario, che implica un’autolimitazione ed una equa distribuzione secondo i principi etici”.
Il problema dell’annullamento del debito è ugualmente menzionato, sia a livello internazionale, sia personale. I membri della Commissione bilaterale hanno sottolineato infine la necessità che le loro comunità s’impegnino a sviluppare un ordine economico responsabile, tramite una collaborazione tra Stati, istituzioni educative e Media. Questa “crisi ha mostrato il profondo fallimento della  morale nell’economia … E’ dunque un imperativo che istituti e accademie di studi economici e di formazione socio-politica includano nei loro curricoli la formazione etica, analogamente a ciò che in anni recenti si è fatto nel campo dell’etica medica”.

A Christian martyr every five minutes


  •  
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento 
    14 secondi fa
    [A Christian martyr every five minutes]07.06.2011 News - World news. At the Conference on Christian-Jewish-Muslim Interfaith Dialogue in Budapest, Hungary on June 2-3, 2011, Italian sociologist Massimo Introvigne reported that "every five minutes in the World, a Christian is killed because of his faith." This conference was organized by the Ministry of Public Administration and Justice of Hungary and the Council of the European Union. The meeting was attended by civil and church leaders: Cardinal Peter Erdo, President of the Bishops of Europe; the Custos of the Holy Land, Father Pierbattista Pizzaballa; Archbishop Antonio Maria Veglio, President of the Pontifical Council for Pastoral Care of Migrants and Itinerants; Maronite Archbishop of Beirut Paul Matar;
  •  
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento 
    16 secondi fa
    [A Christian martyr every five minutes] Metropolitan Hilarion Alfeyev, chairman for the Russian Orthodox patriarchate's Department of External Church Relations; the representative of the European Jewish Congress, Zoltai Gusztáv; Orhunn Omur of the Organization of the Islamic Conference; and the Secretary General of the Committee for Islamic-Christian dialogue in Lebanon, Chakib Hares Chehab. Mr. Introvigne is the founder of the Center for the Study of New Religions, and a representative of the Organization for Security and Cooperation in Europe (OSCE).
  •  
    IMF666KillTubeStopME ha pubblicato un commento 
    21 secondi fa
    [A Christian martyr every five minutes]During the symposium, the sociologist stated that Christians killed every year for their faith number 105,000, and that includes only those put to death simply because they are Christians. It does not count the victims of civil or international wars. In short, a Christian is martyred every five minutes. "If these numbers are not cried out to the world, if this slaughter is not stopped, if it is not acknowledged that the persecution of Christians is the first worldwide emergency in the matter of violence and religious discrimination, the dialogue between religions will only produce beautiful conferences but no concrete results," he stated.


[A Christian martyr every five minutes]07.06.2011 News - World news. At the Conference on Christian-Jewish-Muslim Interfaith Dialogue in Budapest, Hungary on June 2-3, 2011, Italian sociologist Massimo Introvigne reported that "every five minutes in the World, a Christian is killed because of his faith." This conference was organized by the Ministry of Public Administration and Justice of Hungary and the Council of the European Union. The meeting was attended by civil and church leaders: Cardinal Peter Erdo, President of the Bishops of Europe; the Custos of the Holy Land, Father Pierbattista Pizzaballa; Archbishop Antonio Maria Veglio, President of the Pontifical Council for Pastoral Care of Migrants and Itinerants; Maronite Archbishop of Beirut Paul Matar;

[A Christian martyr every five minutes] Metropolitan Hilarion Alfeyev, chairman for the Russian Orthodox patriarchate's Department of External Church Relations; the representative of the European Jewish Congress, Zoltai Gusztáv; Orhunn Omur of the Organization of the Islamic Conference; and the Secretary General of the Committee for Islamic-Christian dialogue in Lebanon, Chakib Hares Chehab. Mr. Introvigne is the founder of the Center for the Study of New Religions, and a representative of the Organization for Security and Cooperation in Europe (OSCE).

[A Christian martyr every five minutes]During the symposium, the sociologist stated that Christians killed every year for their faith number 105,000, and that includes only those put to death simply because they are Christians. It does not count the victims of civil or international wars.  In short, a Christian is martyred every five minutes. “If these numbers are not cried out to the world, if this slaughter is not stopped, if it is not acknowledged that the persecution of Christians is the first worldwide emergency in the matter of violence and religious discrimination, the dialogue between religions will only produce beautiful conferences but no concrete results," he stated.





A Christian martyr every five minutes!

E-mailPrintPDF
croix-sangAt the Conference on Christian-Jewish-Muslim Interfaith Dialogue in Budapest, Hungary on June 2-3, 2011, Italian sociologist Massimo Introvigne reported that "every five minutes in the World, a Christian is killed because of his faith."
This conference was organized by the Ministry of Public Administration and Justice of Hungary and the Council of the European Union. The meeting was attended by civil and church leaders: Cardinal Peter Erdo, President of the Bishops of Europe; the Custos of the Holy Land, Father Pierbattista Pizzaballa; Archbishop Antonio Maria Veglio, President of the Pontifical Council for Pastoral Care of Migrants and Itinerants; Maronite Archbishop of Beirut Paul Matar; Metropolitan Hilarion Alfeyev, chairman for the Russian Orthodox patriarchate's Department of External Church Relations; the representative of the European Jewish Congress, Zoltai Gusztáv; Orhunn Omur of the Organization of the Islamic Conference; and the Secretary General of the Committee for Islamic-Christian dialogue in Lebanon, Chakib Hares Chehab.
Mr. Introvigne is the founder of the Center for the Study of New Religions, and a representative of the Organization for Security and Cooperation in Europe (OSCE). During the symposium, the sociologist stated that Christians killed every year for their faith number 105,000, and that includes only those put to death simply because they are Christians. It does not count the victims of civil or international wars.  In short, a Christian is martyred every five minutes. “If these numbers are not cried out to the world, if this slaughter is not stopped, if it is not acknowledged that the persecution of Christians is the first worldwide emergency in the matter of violence and religious discrimination, the dialogue between religions will only produce beautiful conferences but no concrete results," he stated.

I Cristeros: Parte III


I Cristeros: Parte III

Anacleto Gonzales Flores

Il mysterium iniquitatis.


L'anno 1928 fu terribile: le colonne infernali dei massoni avevano ricevuto l'ordine di deportare la popolazione rurale in "campi di concentramento", dove la carestia e le epidemie li decimò. Al minimo segno di resistenza, sarebbero stati massacrati dai federali. Le greggi e i raccolti furono sequestrati, i pascoli bruciati, e i villaggi distrutti a migliaia. Nonostante questa politica della terra bruciata, i Cristeros erano efficaci e risoluti. Nel 1929 i tre quarti della terra abitabile del Messico era nelle mani delle truppe di Cristo Re, la vittoria era a portata di mano, sia grazie ai disordini che laceravano quella parte del Messico ancora in mano ai governativi che si combattevano a vicenda, sia perché negli Stati Uniti era stato eletto presidente Hoover, che non era un massone! Già alla fine del 1928, quando per il governo federale cominciò a profilarsi il fantasma di una sconfitta sul campo, il governo fece balenare la possibilità di un accordo con i vertici cattolici. Ebbero così inizio incontri diplomatici segreti, tra esponenti della segreteria di Stato vaticana ed il governo. Dwight Whithney Morrow, ambasciatore americano in Messico, un finanziere del potente gruppo bancario Morgan, fu il mediatore tra le parti. Il 22 giugno 1929 il nuovo presidente messicano Emilio Portes Gil e i vescovi Leopoldo Ruiz e Pascual Diaz fissarono un accordo di pace noto con gli "Arreglos".
I Cristeros apprendono degli accordi
I Cristeros apprendono degli accordi

Al momento della firma degli accordi, la Cristiada contava 30.000 morti , 150.000 vittime tra la popolazione civile e quasi 40.000 caduti dell'esercito governativo. L'accordo prevedeva la sospensione delle disposizioni antiecclesiastiche emanate dal regime di Calles, ad eccezione dell'obbligo di registrazione per i sacerdoti e l'interdizione da ogni attività politica da parte degli ecclesiastici.

Il 29 giugno 1929, festa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, le chiese di tutto il Messico furono riaperte al culto. I cattolici e la gerarchia ecclesiastica si illusero di aver riacquistato la libertà...


Jean Meyer, uno dei più importanti storici della Cristiada, scrisse: "Ai Cristeros fu detto, dalla notte al giorno, di sospendere la guerra perché il culto sarebbe ripreso, di consegnare le armi e di tornarsene a casa. Molti Cristeros sentirono di essere stati ingannati, traditi e abbandonati. Avevano preso le armi contro una legge persecutoria, contro la quale la Chiesa aveva protestato sospendendo il culto. Erano morti a migliaia e quando avevano raggiunto il loro apogeo, la gerarchia, in accordo con Roma, aveva detto di credere alla buona volontà del presidente che assicurava che lo spirito delle leggi non era persecutorio. In quel momento i Cristeros non capiscono perché ieri la legge era persecutoria e oggi, quella stessa legge, immutata, non lo è più. Si rendono conto che la Chiesa non guadagna nulla dagli accordi e che sarà ingannata. Sono amareggiati, confusi, delusi ma accettano la vergogna della resa, l'umiliazione di riconsegnare le armi ai nemici della fede a cui le avevano strappate una ad una. È un mysterium iniquitatis a cui si sottomettono per obbedienza ai loro pastori". Osserva un giornale dell'epoca che non ci furono critiche dei Cristeros contro l'autorità ecclesiastica: "Si mantenne il silenzio ed in silenzio li divorò l'amarezza. La chiesa del Messico era caduta in una trappola del nemico ed è necessario adorare i segreti disegni di Dio". Fu così che i nobili Cristeros superarono l'ultima prova dell'eroica virtù: l'obbedienza.
Gli arreglos
Mons. Pascual Diaz (a destra) e mons. Leopoldo Ruiz si recano a firmare gli accordi
Gli Arreglos non contennero nessuna garanzia a salvaguardia di quella parte di popolazione che aveva aderito alla rivolta. Non furono abrogate le leggi inique. Tutti i massoni liberali rimasero al loro posto.
Costretti a far ritorno ai propri villaggi, i Cristeros si trovavano esposti alla vendetta di Calles e dei suoi uomini. Molti paesi vennero saccheggiati, molti furono i sacerdoti e i laici noti per il loro impegno antigovernativo che vennero esiliati, molti altri furono arrestati e fucilati. Secondo le statistiche dell'epoca si contarono almeno mille e cinquecento vittime fra i combattenti, di cui 500 capi Cristeros, dal grado di tenente a quello di generale.


Dolores Ortega, anziana sopravvissuta alla rivolta e militante della brigata Giovanna d'Arco in un'intervista rilasciata ad un settimanale italiano nel 1993 dichiarò: "Dopo che i Cristeros deposero le armi iniziò una feroce caccia all'uomo. I soldati entravano nei villaggi, nelle case, nelle fattorie ed uccidevano senza pietà. Morirono più Cristeros e uomini della Lega dopo gli accordi che durante gli anni di guerra!".
La grande epopea del martirio del popolo messicano, che si sperava fosse finita con la cessazione delle ostilità, continuò in modo muto. I martiri del secondo momento non furono di certo meno gloriosi di quelli del primo, perché alla testimonianza del loro grande amore verso Cristo, unirono anche quella del loro grande amore verso la Chiesa, vero corpo mistico di Cristo. Fu senz'altro vera gloria! Essi in piena imitazione di Cristo opposero la loro innocenza alla demoniaca malvagità del potere massonico; come Cristo versarono il loro sangue di redenzione.

Il pontefice Pio XI protestò contro la violazione degli accordi con due lettere encicliche: la "Acerba anima" del 25 settembre 1932 e la "Nos es muy conocida" del 28 marzo 1937. Il Santo Padre rese legittimo il diritto alla rivolta, anche armata, per la difesa della fede, e spronò i cattolici a resistere in ogni modo: "Sarà necessario per i vescovi, per il clero e i laici cattolici continuare a protestare con tutta la loro energia contro tale violazione, utilizzando il mezzo legittimo. Perché anche se queste proteste non hanno alcun effetto su quelli che governano il Paese, saranno efficaci nel convincere il fedele (...) che lo Stato attacca la libertà della Chiesa, alla quale libertà la Chiesa non può mai rinunciare, qualunque sia la violenza dei persecutori".
Per tutta risposta il presidente messicano denunciò la Acerba anima come una gravissima ingerenza "criminale" di Roma negli affari interni dello stato e fece balenare in modo molto chiaro la minaccia di trasformare le chiese in scuole e magazzini a beneficio delle classi proletarie.

Il cardinale Boggiani dichiarò al vice presidente della Lega Nazionale, Don Miguel Palomar y Vizcarra: "io stesso ho visto piangere il Papa Pio XI quando si parlò degli arreglos del Messico. L’ ho visto piangere a Roma, nel 1930". La repressione violenta e sanguinaria nei confronti dei combattenti per la libertà continuò ininterrotta almeno fino al 1940.".



I Cristeros: Parte IV















































La situazione attuale


Ai giorni d'oggi in Messico, come in tutto il mondo, "si sta diffondendo un'intolleranza di tipo nuovo, è evidente. Esistono dei parametri di pensiero ben rodati che devono essere imposti a tutti. Questi poi vengono promossi in nome della cosiddetta tolleranza negativa. Come, ad esempio, quando si dice che in virtù della tolleranza negativa non devono esserci crocifissi negli edifici pubblici. In fondo così sperimentiamo l'eliminazione della tolleranza, perché in realtà questo significa che la religione, che è la fede cristiana, non può più esprimersi in modo visibile.
Quando, ad esempio, in nome della non discriminazione si vuole costringere la Chiesa Cattolica a cambiare la propria posizione riguardo all'omosessualità o all'ordinazione sacerdotale delle donne, questo significa che non le è più consentito vivere la propria identità, ergendo invece un'astratta religione negativa a tirannico criterio ultimo, al quale tutti devono piegarsi. E questa sarebbe la libertà, per il solo fatto che libererebbe da tutto quello che è venuto prima.

In realtà si tratta di uno sviluppo che conduce sempre più a una rivendicazione intollerante da parte di una nuova religione che pretende di essere valida per tutti perché razionale, anzi, perché è la ragione stessa che tutto conosce e che quindi stabilisce i criteri che devono essere determinati per ognuno.
La vera minaccia di fronte alla quale ci troviamo è che la tolleranza venga abolita in nome della tolleranza stessa. C'è il pericolo che la ragione, la cosiddetta ragione occidentale, sostenga di aver finalmente riconosciuto ciò che è giusto ed avanzi così una pretesa di totalità che è nemica della libertà. Credo necessario denunciare con forza questa minaccia. Nessuno è costretto ad essere cristiano. Ma nessuno deve essere costretto a vivere secondo la "nuova religione", come se fosse l'unica vera, vincolante per tutta l'umanità". (Benedetto XVI, la luce del mondo. Il Papa, la Chiesa e i segni dei tempi).


"Vedo altri martiri, non ora ma in futuro... Vidi le sette segrete minare spietatamente la grande Chiesa. Vicino ad esse vidi una bestia orribile che saliva dal mare... In tutto il mondo le persone buone e devote, e specialmente il clero, erano vessate, oppresse e messe in prigione. Ebbi la sensazione che sarebbero diventate martiri un giorno.

Quando la Chiesa per la maggior parte era stata distrutta e quando solo i santuari e gli altari erano ancora in piedi, vidi entrare nella Chiesa i devastatori con la Bestia. Là essi incontrarono una donna di nobile contegno che sembrava portare nel suo grembo un bambino, perché camminava lentamente. A questa vista i nemici erano terrorizzati e la Bestia non riusciva a fare neanche un altro passo in avanti. Essa proiettò il suo collo verso la Donna come per divorarla, ma la Donna si voltò e si prostrò [in segno di sottomissione a Dio], con la testa che toccava il suolo.

Allora vidi la Bestia che fuggiva di nuovo verso il mare, e i nemici stavano scappando nella più grande confusione... Poi vidi, in grande lontananza, grandiose legioni che si avvicinavano. Davanti a tutti vidi un uomo su un cavallo bianco. I prigionieri venivano liberati e si univano a loro. Tutti i nemici venivano inseguiti. Allora, vidi che la Chiesa veniva prontamente ricostruita, ed era magnifica più di prima. " (Beata Caterina Emerick, Agosto-ottobre 1820).



La Donna Vestita di sole
Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. (Ap. 12,1)



Segnala ad un amico questa pagina Aggiungi ai preferiti Scrivi un commento, questo rimarrà riservato Segnala su Facebook, Tweeter ed altri...